Riserva Naturale Regionale Sentina

... paesaggio di acque e sabbia

Riserva Naturale
Regionale Sentina
... paesaggio di
acque e sabbia

Nuovo studio sulle rotte migratorie


La Riserva Naturale Sentina è ancora una volta al centro di studi scientifici di interesse internazionale. Il weekend appena trascorso ha infatti visto il coinvolgimento della Riserva nell’attuazione di un interessante progetto sullo studio delle migrazioni dell’avifauna. ISPRA, LIPU e l’Associazione Ornitologica di Conservazione della Natura Ungherese hanno collaborato all’interno dell’area protetta sambenedettese al fine di monitorare modi, tempi e rotte migratorie dei passeriformi.

Si tratta di un progetto coordinato dal team Ungherese già realizzato in varie zone umide Adriatiche (Jesi, Torre Guaceto, Le Cesine) che si basa sul posizionamento di microscopici segnalatori su alcuni esemplari di passeriformi, al fine di rilevarne gli spostamenti attraverso degli appositi localizzatori.

Questi piccoli uccelli compiono infatti viaggi migratori stagionali di centinaia (se non migliaia) di chilometri, le cui rotte sono ancora ampiamente ignote. Conoscerle, permetterebbe di incrementare gli sforzi di conservazione per queste specie, individuando aree prioritarie per l’istituzione di ulteriori aree protette.

Nelle prossime settimane sarà posizionato in Sentina un pannello informativo che illustrerà il progetto e spiegherà l’importanza degli studi scientifici finalizzati a comprendere le migrazioni dell’avifauna.

Si ringrazia la delegazione sambenedettese della LIPU per l’importante lavoro svolto in questi giorni.

scritto il 07/02/2022 alle ore 09:18:34 da redazione in focus on, monitoraggio avifauna


« Torna alle notizie