Riserva Naturale Regionale Sentina

... paesaggio di acque e sabbia

Riserva Naturale
Regionale Sentina
... paesaggio di
acque e sabbia

Lo Strillozzo del 2014


Durante la sessione di inanellamento di domenica 06 maggio sono stati marcati 38 esemplari e ricatturati 6 esemplari per un totale di 18 diverse specie.

Una degli uccelli ricatturati è uno Strillozzo (Milaria calandra), della famiglia degli Emberizidae (zigoli), inanellato in Sentina il 20 aprile 2014 durante la sessione di monitoraggio primaverile, dall’inanellatore umbro Daniele Iavicoli. Cinque anni e diciasette giorni precisi trascorsi tra la cattura e l’unica, finora, ricattura.

Un lasso di tempo molto lungo che ci svela particolari ancora poco studiati relativi alla longevità della specie, alla fenologia stagionale di questo Zigolo che in Italia ha scarsi movimenti migratori, alla fedeltà dei siti riproduttitivi o di stopover.

Specie pesantemente cacciata fino agli anni ’70 e in preoccupante calo demografico fino agli inizi del nuovo secolo, risulta ora stabile o in lieve crescita (report del Farmland Bird Index LIPU 2015 Andamento delle specie agricole - www.reterurale.it/farmlandbirdindex). Ma, nidificando a terra in campi coltivati o prati pascoli, ed essendo esclusivamente granivora, risente pesantemente delle conduzioni agricole moderne.

Risultando ancora abbastanza presente nelle aree interne collinari e pedemontane, nella Riserva Naturale Regionale Sentina la specie potrebbe avere uno dei pochi luoghi costieri dove nidifcare.

Vale la pena sottolineare che la nuova politica di sviluppo rurale (allegato 4 del Regolamento UE 808/2014) ha confermato, per il periodo 2014-2020, la valenza degli indicatori ornitologici compreso l'indicatore avifauna in habitat agricolo.

Foto di Vincenzo Iacovoni

 

scritto il 07/05/2019 alle ore 08:42:25 da redazione in monitoraggio avifauna


« Torna alle notizie