Riserva Naturale Regionale Sentina

... paesaggio di acque e sabbia

Riserva Naturale
Regionale Sentina
... paesaggio di
acque e sabbia

La Pernice di mare in Sentina


 

Migratrice di lungo raggio che sverna nella regione sub-sahariana dell’Africa, una coppia di Pernice di mare è stata osservata domenica 28 aprile nella Riserva. Nidificante con meno di cento coppie stimate in Italia in pochissime aree costiere ancora idonee, è inserita nell’allegato I della Direttiva 2009/147/CE “Uccelli” e classificata in pericolo (SPEC 3) tra le Specie Europee di Interesse Conservazionistico da BirdLife International.

Lo stato di conservazione sfavorevole della Pernice di Mare (Glareola pratincola) è dovuto principalmente alla perdita di ambienti adatti alla nidificazione e dall’aumentato utilizzo di pesticidi in agricoltura. Nidifica normalmente in colonie, ai margini di piccoli specchi d’acqua prosciugati nei pressi di lagune o stagni. Si nutre di insetti su aree aperte con scarsa vegetazione o nei campi coltivati.

La scelta della Riserva come luogo di riposo e alimentazione dopo la lunga attraversata del Mediterraneo evidenzia una ancora possibile idoneità ambientale della Sentina; idoneità che andrebbe perseguita e pianificata con maggior attenzione verso la gestione dei coltivi. Una agricoltura presente purtroppo ancora scarsamente compatibile con la conservazione di specie e habitat che sono le finalità fondanti della nostra Riserva Naturale Regionale.

Questo avvistamento di una specie così rara e in pericolo, legata agli ambienti agricoli, valorizza il territorio e l’impegno di tutela in atto.

Foto di Dante Giosia

 

scritto il 30/04/2019 alle ore 19:40:44 da redazione in monitoraggio avifauna


« Torna alle notizie